"Enza, dopo la denuncia, è stata lasciata sola come un cane"

Lo sfogo del padre della 36enne uccisa a Terzigno. Per il delitto è stato fermato Nunzio Annunziata, ex compagno della donna, da lei denunciato per stalking e tentato omicidio

Enza Avino

"Dopo la denuncia è stata lasciata sola come un cane". Così al Tg1 Stefano Avino, padre di Enza, la donna di 36 anni uccisa lunedì sera a Terzigno. Per il delitto è stato fermato dai carabinieri Nunzio Annunziata, ex compagno della donna, da lei denunciato per stalking e tentato omicidio. "L'ultima denuncia, quella per tentato omicidio, risale al primo maggio. Ma lui ha fatto solo dieci giorni di arresti domiciliari", si sfoga il padre di Enza. La sorella della vittima, Adelaide, aggiunge: "Se lo stalking è reato, perché quell'uomo era libero? Enza aveva paura di lui, ripeteva di continuo: mi uccide".

L'EX COMPAGNO  - "Ha una personalità violenta e insofferente al rispetto delle regole del vivere civile". E' quanto scrisse a luglio scorso il giudice per le indagini preliminari di Nola, Martino Aurigemma, su Nunzio Annunziata. L'uomo era stato denunciato per stalking ed era finito agli arresti domiciliari, poi era stato scarcerato. "Un comportamento che ha assunto i caratteri della vera e propria persecuzione, determinando nella persona offesa un perdurante stato di ansia e paura, inducendola a cambiare le proprie abitudini di vita ed ingenerando in lei un più che giustificato timore per la propria incolumita'", aggiungeva il gip. Il giudice del Riesame aveva poi attenuato la misura con il divieto di avvicinamento alla donna. Nell'ordinanza che lo aveva portato agli arresti a lui sono ricostruiti tutti gli episodi in cui Annunziata aveva aggredito, picchiato e minacciato la sua ex compagna. Il primo maggio scorso da ubriaco si era arrampicato fino all'appartamento di Enza al terzo piano e provò a gettarla dal balcone. Un altro episodio avvenne dieci giorni dopo alla caserma dei carabinieri di Terzigno: lì Annunziata la rincorse prendendola a calci. nelle scorse ore si è avvalso della facoltà di non rispondere e resta in carcere con l'accusa di omicidio volontario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento