Omicidio D'Andò, 20 anni al boss Mariano Riccio e a quattro affiliati

Riccio si era autoaccusato dell'assassinio di lupara bianca avvenuto il 2 febbraio del 2011. Il corpo del suo braccio destro è stato ritrovato solo due mesi fa, proprio su indicazione dello stesso Riccio

Vent'anni di carcere. È la condanna stabilita per il boss Mariano Riccio, reo confesso dell'omicidio - un caso di "lupara bianca" - di Antonino D'Andò, il cui corpo è stato ritrovato due mesi fa.

La vittima fu attirata in una trappola e poi uccisa con un badile, quindi ne fu martoriato il corpo. Era il 2 febbraio 2011 quando D'Andò, fedelissimo di Riccio - a sua volta genero del capo degli Scissionisti di Scampia e Secondigliano Cesare Pagano - venne assassinato.

Il ritrovamento del corpo di D'Andò

È stato proprio Riccio a indicare al giudice dove era stato seppellito il suo ex uomo di fiducia. Con lui hanno confessato anche Giosuè Belgiorno, Emanuele Baiano, Mario Ferraiuolo e Ciro Scognamiglio.

La confessioni erano state ritenute tardive dai pm che ne avevano chiesto l'ergastolo, ma alla fine il gup ha concesso le attenuanti e condannato ciascuno di loro a 20 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uccisione di D'Andò fu una sorta di epurazione interna al clan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Maresciallo dei carabinieri si suicida in caserma: "Mi scuso con mia moglie e con l'Arma"

Torna su
NapoliToday è in caricamento