Omicidio di Alessandra Madonna: chiesti 30 anni per l'ex

Il pm ha invocato una pena durissima per Giuseppe Varriale, unico imputato di omicidio volontario

È durissima la richiesta del pubblico ministero nel processo per l'omicidio di Alessandra Madonna. Il sostituto procuratore ha chiesto la condanna dell'ex fidanzato della vittima, Giuseppe Varriale, a 30 anni di carcere. Il pm è convinto che si tratti di omicidio volontario e per questa imputazione ha chiesto la condanna per il 28enne di Mugnano. Il giovane è accusato di aver provocato volontariamente l'incidente che provocò la morte della ballerina di Melito.

Il corpo della vittima venne trascinato per diversi metri dalla Range Rover di Varriale, subendo delle gravi lesioni che la portarono alla morte. A poco più di un anno dalla notte tra il 7 e l'8 settembre 2017, potrebbe arrivare una condanna durissima per il 28enne. Dopo le discussioni dei difensori della parte civile, patrocinata dai penalisti Gentile, Caserta e Vignola, e dell'imputato Pomponio e Chiummariello, tocchera al Gup del tribunale di Napoli Nord decidere sul primo capitolo della vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Un Posto al Sole, anticipazioni: pesanti le accuse per Diego

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

  • Raffica di controlli al Rione Sanità: centinaia di persone identificate

  • Vaselina: un ottimo lubrificante ma non per tutto

Torna su
NapoliToday è in caricamento