Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"No Bolkestein", i mercatali napoletani protestano: "Rischiamo il posto di lavoro!" (VIDEO)

 

La normativa europea che prende il nome dell'olandese Frits Bolkestein, ex commissario europeo per la concorrenza, "rischia di far perdere il posto a circa trecento mercatali napoletani". Per questo motivo gli ambulanti partenopei, nell'ambito della giornata di proteste che ha visto cortei 'No Bolkestein' organizzati in tutta Italia, hanno sfilato da Porta Capuana fino a Piazza del Plebiscito per chiedere che il Governo centrale "inserisca uno stralcio della normativa europea per consentire alle persone che lavorano da tempo nei mercati di non rischiare il posto di lavoro".
La normativa Bolkestein entrerà in vigore a gennaio 2019, dopo alcuni rinvii. Da quel momento, per il rinnovo della licenza, i mercatali saranno in competizione - anche con società per azioni - e per l'ottenimento della licenza si procederà, caso per caso, secondo bando di gara. "La paura", spiega Enzo Grillo, responsabile sindacale della UnionCap "è che ci sia un azzeramento totale di tutte le nostre attività commerciali. A dicembre 2018 avremo il taglio di tutte le autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico. Una s.p.a può fare offerte maggiori, ha più forza e potenzialità, può assumere più persone, non possiamo competere con queste lobby. Il Governo finora ha rigettato la mozione dell'inserimento dello stralcio, motivandola con la necessità delle 'pari opportunità'. Siamo in balia delle onde". In strada molti commercianti di abbigliamento, provenienti dalla provincia e da Napoli: folta la rappresentanza del mercato De Bustis al Vomero.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento