Napoli imbiancata come nel 1956, la città "riscopre" la neve

Giornata speciale per i napoletani. La sintesi di quanto accaduto. Immagini e video

Foto Andrea Fiorillo

L'ondata di maltempo provocata dal vento gelido siberiano, Buran, ha portato su Napoli gelo e neve. Una nevicata da record, paragonabile solo, come evidenziano i meteorologi di 3bmeteo, a quella verificatasi nel 1956. 

 "A Napoli non nevicava per due giorni di fila dal 1985, da 33 anni. Ma se ci focalizziamo sull'intensità e sui centimetri di neve accumulata questa nevicata napoletana è paragonabile solo al famigerato inverno del 1956", scrivono. Gelo e possibili nevicate sono attese anche nella giornata di mercoledì 28 febbraio, con le temperature minime che potrebbero scendere al di sotto degli 0 gradi (sino a -3). Sarà il colpo di coda di Buran, da venerdì le temperature massime toccheranno infatti i 17-18 gradi, creando uno shock termico rilevante in città.

Ore di tensione 

La forte nevicata ha colto inizialmente di sorpresa l'amministrazione comunale, a causa delle previsioni meteo errate, come evidenziato dal sindaco de Magistris: "Abbiamo avuto una comunicazione meteo che ci aveva segnalato un allarme verde, quindi nullo, e parlava di ghiacciate notturne per cui abbiamo predisposto lo spargimento di sale, invece all'alba c'è stata questa forte nevicata non prevista. L'Amministrazione comunale avvisa la cittadinanza a limitare gli spostamenti solo se strettamente necessari". Il sindaco ha poi disposto la chiusura delle scuole a Napoli sia per il 27 febbraio che per il 28 febbraio.

BOSCO DI CAPODIMONTE COME HYDE PARK: FOTO

TRENI

Problemi al Sud a causa delle nevicate che hanno coinvolto Napoli. Secondo quanto riportato sul sito di Trenitalia al momento sono 43 i treni dell'Alta Velocità per il maltempo. 11 i convogli in partenza cancellati da Milano Centrale e Napoli.

Trasporti locali

Giornata particolarmente difficile per il trasporto pubblico partenopeo. "Gravi disservizi per neve": è così che Anm ha esordito stamattina. I bus a partire dalle 7 sono rimasti fermi nei depositi. Sarà così per l'intera giornata salvo novità che verranno comunicate eventualmente poi dall'azienda. Mentre le Funicolari di Chiaia, Montesanto, Mergellina e Centrale funzionano regolarmente, Cumana e Circumvesuviana registrano forti ritardi e la metro linea 1 è stata sospesa su tutta la tratta, sino alle 12.30.

"Un grande grazie ai lavoratori di EAV che con senso di responsabilità e sacrificio sono al loro posto di lavoro ed assicurano il servizio sulle linee circumvesuviana e flegree". Così il presidente Eav Umberto De Gregorio, che quindi rassicura sul funzionamento delle linee dell'azienda. "Non mancano ovviamente i disagi ed i ritardi – puntualizza – a il servizio in linea di massima è assicurato".

SCAMPIA COME LA LAPPONIA: VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FOLLE BAGNO A MARE SOTTO LA NEVE: VIDEO

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento