"Da qualche anno Napoli prevale su Roma per ordine, pulizia e decoro"

In una lettera di un cittadino capitolino al Corriere della Sera, il paragone tra il capoluogo campano e la città eterna

"Da qualche anno il confronto tra Roma e Napoli vede quest'ultima prevalere per quanto riguarda l'ordine, la pulizia, il decoro, le iniziative per migliorare la città e la lotta al degrado. Roma ricorda sempre più la New York degli anni 80, col degrado fatto a sistema o la Napoli di una decina di anni fa immersa nella monnezza. Napoli oggi è una città che si presenta al turista pulita, ordinata, il cui centro è in gran parte pedonalizzato (pedonalizzazione vera, non quella nominale del centro di Roma), decorosa. Unica eccezione è il traffico che anche lì è molto intenso ma nelle zone frequentate dai turisti non fastidioso come quello romano. La metropolitana di Napoli poi è un fiore all'occhiello, curata, pulita, quasi ci si dimentica di essere in Italia. I graffiti sono praticamente assenti sia sulla struttura sia nei vagoni". Comincia così la lettera di un cittadino romano inviata qualche giorno fa al noto giornalista del Corriere della Sera, Paolo Conti, per la rubrica sui problemi della Capitale dal titolo: "Una città, mille domande".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La cosa più bella di Napoli - scrive ancora il cittadino romano nella lettera in cui mette a confronto il capoluogo campano con la Capitale - è il bellissimo lungomare, anch'esso in gran parte pedonalizzato dal sindaco de Magistris e molto frequentato dalla città che prima lo ha criticato e adesso non potrebbe più farne a meno. La vista del Vesuvio e della città è senza pari al mondo. Il confronto con lo stato del Lungotevere o il lungomare di Ostia è veramente impietoso. Aggiungerei che una passeggiata a Napoli è un'esperienza unica anche per il calore delle persone che contrasta con l'individualismo spinto della nostra città. Inoltre, e la cosa non è senza importanza, la pasticceria e il caffè sono veramente delle delizie per i sensi, assai distanti dall'acqua sporca e dai cornetti industriali di gran parte dei bar e ristoranti romani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento