Allarme gelo per i clochard nella notte più fredda dell'anno

Le stazioni metropolitane di Museo e Vanvitelli resteranno aperte dalle 23 alle 6 per consentire un riparo ai senza fissa dimora

Clochard

L’ondata di freddo che sta avvolgendo Napoli, dopo giorni di temperature miti e al di sopra delle medie stagionali, fa tornare in auge l’allarme per i clochard.  L’appello arriva dal consigliere comunale Pino De Stasio: “A Napoli staremo sotto lo zero di notte e spero che a tal riguardo sia allertata la Protezione Civile e venga confermata l'apertura delle metro Museo - Vanvitelli per i clochards .Controllerò personalmente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella notte tra il 26 e il 27 gennaio è previsto il picco più basso di temperatura: il termometro segnerà 1,6 gradi mentre il windchill - la sensazione che prova il nostro corpo rispetto al freddo - ci farà percepire una temperatura pari a un grado sottozero.

IL MESSAGGIO DI DE MAGISTRIS - "A causa del forte abbassamento delle temperature le stazioni metropolitane di Museo e Vanvitelli resteranno aperte dalle 23 alle 6 per consentire un riparo ai senza fissa dimora. L'accesso è dalle seconde uscite, per Museo si entra da via Girardi e a Vanvitelli da via Bernini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento