Napoletano si finge capo ufficio stampa di un senatore per ottenere accredito a Sanremo

Sequestrati ad un 43enne diversi computer e supporti informatici

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha eseguito una perquisizione locale ed informatica nei confronti di un 43enne di Napoli, responsabile del reato di 'sostituzione di persona' per aver attivato un falso dominio denominato "senato.eu", e quindi diverse caselle di posta elettronica, al fine di ottenere dalla RAI un accredito per il Festival di Sanremo 2019.

Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica di Roma, titolare dell´indagine, ha raggiunto il soggetto presso la sua abitazione e ha portato al sequestro di diversi computer e supporti informatici, ben 7 hard disk, utilizzati per l´attività illecita.

A far scattare le indagini è stata una denuncia partita dai vertici della tv di Stato su una sospetta corrispondenza per e-mail intrattenuta dall'Ufficio Stampa, apparentemente con il Senatore della Repubblica Sergio Zavoli, in cui veniva richiesto per l´indagato, indicato quale suo 'pupillo' e capo ufficio stampa del senatore, un accredito per la 69esima edizione del festival della canzone italiana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento