Napoletani scomparsi in Messico, il Procuratore di Jalisco: "Li cerchiamo vivi"

Fausto Mancilla, procuratore regionale di Jalisco, ha parlato con alcuni giornali messicani: "Li cerchiamo costantemente, nulla ci fa pensare siano morti. Ogni minuto che passa è un'eternità"

Il procuratore regionale di Jalisco, Fausto Mancilla, ha assicurato che le autorità stanno cercando i tre napoletani scomparsi, vivi, perché non nulla lascia pensare i tre siano morti. In un'intervista ai giornali messicani, Mancilla ha sottolineato che si stanno cercando altri tre o quattro che potrebbero essere responsabili della scomparsa dei tre uomini rapiti il ​​31 gennaio nel comune di Tecalitlán. Soffermandosi sulle dichiarazioni del figlio di Raffaele Russo (che aveva detto che le istituzioni stavano perdendo tempo) il Procuratore ha detto che "il tempo è vitale, ogni minuto è un'eternità, dal primo giorno l'Ufficio del Procuratore specializzato per le persone scomparse ha preso provvedimenti in merito"

"La situazione legale dei tre napoletani non cambia il fatto che sono dispersi e dobbiamo cercarle", ha concluso Fausto Mancilla. 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento