Musicanti, anteprima a Santa Maria la Nova

La piazza stamane è diventata un vero e proprio “teatro” invaso da cantanti, ballerini, attori e da tanta musica

Verrà portata in scena sui più prestigiosi palcoscenici d’Italia a partire dal prossimo dicembre “MUSICANTI”, un’opera teatrale che supera i confini dell’opera stessa, un musical oltre il musical, un vero e proprio spettacolo con grandi interpreti, coreografie, una storia inedita da raccontare e l’immenso patrimonio musicale del “musicante on the road” per eccellenza, l’indimenticato PINO DANIELE.

Questa mattina, venerdì 11 maggio, Piazza Santa Maria La Nova - nel pieno centro storico di Napoli a due passi da Piazza del Gesù e da piazza Municipio - è diventata un vero e proprio “teatro” invaso da cantanti, ballerini, attori e da tanta musica: un incontro con la città, nel cuore della città, per annunciare il debutto di “MUSICANTI” a Napoli, dal 7 dicembre 2018 al Teatro Palapartenope.

Nulla è stato lasciato al caso per l’esordio ufficiale dello spettacolo, né la città – non poteva che essere il capoluogo partenopeo - né sulla scelta della location: la struttura di Fuorigrotta, infatti, ha visto nascere e crescere il talento di Pino Daniele, nella "sua casa" come amava definirla lui stesso, ha tenuto i suoi primi concerti e anche gli ultimi che lo videro protagonista di memorabili sold out. Il Palapartenope ha rappresentato per la città il luogo dove lasciarsi trasportare ed emozionare dalle canzoni di Pino, ed è qui che il suo pubblico tornerà ad emozionarsi.

La performance spin-off titolata non a caso “Musicanti ’Mmiezzo ’a via” si è svolta nei luoghi di Pino Daniele: un mini-show tra realtà e finzione in cui il coinvolgimento del pubblico è stato diretto e sentito, come solo a Napoli può accadere ancora oggi. L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e la Municipalità II alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele, il Presidente della Municipalità II Francesco Chirico.

Musicanti è un’opera prima con una grande “mission”, portare la musica del cantautore napoletano a confrontarsi con un nuovo linguaggio: quello dell’opera teatrale, dichiara il produttore Sergio De Angelis. Questa era un’idea mia e di Pino, di oltre venti anni fa e poi, da tre anni a questa parte, il progetto ha visto finalmente la luce”.

La “sfida” è quella di mettere in relazione le canzoni più belle e significative dei primi album di PINO DANIELE -il suo rock, il blues, il jazz, il soul- con la drammaturgia e la tradizione partenopea per dare vita a un’esperienza musicale nuova ed unica nel suo genere.

Questa è l’idea del musical e, da qui, il desiderio di “raccontarlo” “on the road”. Il debutto ufficiale di “MUSICANTI” non poteva che essere a NAPOLI (dal 7 dicembre, Palapartenope). Nel 2019, il tour attraverserà l’Italia con tappe a BOLOGNA (19 e 20 gennaio, Europauditorium); PADOVA (25 e 26 gennaio, Teatro Geox); FIRENZE (14 e 15 febbraio, Obihall); TORINO (23 e 24 febbraio, Teatro Colosseo); MILANO (dal 7 al 17 marzo, Teatro Arcimboldi) e ROMA (dal 7 al 12 maggio, Teatro Olimpico).

Ad arricchire lo show, ogni sera si esibirà live sul palco la BAND RESIDENT composta da celebri nomi, e “amici” di Pino: Hossam Ramzy, percussioni; Alfredo Golino, batteria; Fabio Massimo Colasanti, chitarra; Elisabetta Serio, tastiere; Simone Salza e Mel Collins, sax; Jimmy Earl e Dario Deidda, basso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento