Imbrattato il murales dedicato alla “Tarantina”, l'ultimo femminiello

Con lo spray nero è stato cancellato il volto nel disegno ed è stato scritto “Non è Napoli”

Era stato inaugurato solo pochi giorni fa ma è già stato vandalizzato. Peggio ancora. È stato imbrattato con una scritta omofoba a “nome di Napoli”. Vandalizzato il murale dedicato dall'artista Vittorio Valiante alla “Tarantina”, la storica trans dei Quartieri Spagnoli, simbolo di integrazione del quartiere che il prossimo 22 marzo compirà 84 anni. Con una bomboletta spray nera è stato cancellato il suo volto ed è stata disegnata la scritta “Non è Napoli”. 

La notizia 

La notizia è stata data dalla pagina de “La Miniera-Quartieri Spagnoli” con queste parole. “Vandalizzato il murale raffigurante la Tarantina. Un gesto ignobile e meschino che rappresenta non una parte di Napoli ma, purtroppo, una parte di umanità ottusa e retrograda dalle vedute troppo ristrette . "Non è Napoli" lo rivolgiamo a chi compie gesti come questi. Lo schifo è un sentimento troppo intenso per essere riservato a gente come voi. Neanche questo meritate”.

Le parole del Sindaco

Lo sfregio all’opera di street art compiuta da Vittorio Valiante ai quartieri spagnoli, raffigurante Tarantina, è un fatto indegno e barbaro commesso da mani sporche di inciviltà ed antinapoletanita’. L’opera verrà ripristinata sperando che l’autore del danneggiamento venga individuato e si penta della sua squallida ignoranza" queste le parole indignate del sindaco Luigi de Magistris

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento