Londra: giallo sulla morte di un napoletano di 37 anni

Roberto Villa è deceduto in circostanze ancora da chiarire. Si era trasferito a Londra 10 anni fa

Roberto Villa, 37enne napoletano, si era trasferito dieci anni fa a Londra e lavorava al Turtle bay. Secondo quanto riportato dalla stampa inglese, Roberto, verso le 6 di mattina, era stato prelevato dalle forze dell'ordine londinesi per schiamazzi, mentre si trovava in albergo e accompagnato in un centro di igiene mentale, dove è poi morto in circostanze ancora da chiarire. 

Sono ancora in corso le indagini per accertare le cause del decesso. Poche settimane fa Roberto aveva perso la madre.

Cordoglio

Sono tanti i messaggi di cordoglio per ricordare Roberto, che aveva frequentato il liceo al Pontano: "All’Amico migliore che io abbia mai avuto, mi mancherai terribilmente", scrive Umberto. "Sei stato la mia spalla, la mia isola sicura, i miei Natali, i miei pomeriggi, il mio sabato mattina, la domenica a via Petrarca , i miei capodanni....il posto dove tornare quando tutto andava male. La mia costante negli anni. Ciao Piddo mio... La tua PiDDU", è il messaggio di Manuela.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Napoli-Zurigo, aggrediti due stranieri all'esterno del San Paolo

  • Cronaca

    "Chiuso per la morte di De Majo e Poggiani": macabro cartello nel centro sociale

  • Cronaca

    Bambino cade e si rompe entrambe le braccia nel giardino di Palazzo Reale

  • Cronaca

    Riqualificazione via Marina, ipotesi frode fiscale: sette arresti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 18 al 22 febbraio

  • Undici rapine di rolex, arrestato 32enne in trasferta a Torino: il complice morì in un incidente

  • Maurizio Aiello da Caterina Balivo ricorda lo zio: "E' morto in maniera tremenda"

  • "Mio figlio di 9 anni agganciato da un pedofilo": la storia del neomelodico Torri

  • Addio Rita: la giovanissima mamma di due bambini si spegne per un terribile male

  • Reflusso gastroesofageo, cosa mangiare e cosa evitare: i consigli

Torna su
NapoliToday è in caricamento