Morte di Fortuna, l'avvocato del padre: "L'autopsia conferma ciò che temevamo"

"La caduta non è stata accidentale", dichiara Angelo Pisani, avvocato del padre e dei nonni della piccola che lancia un appello alle istituzioni affinché intervengano "in un ambiente di forte degrado e violenza"

Fortuna Loffredo

Svolta nelle indagini per la morte della piccola Fortuna Loffredo, la bimba di Caivano morta lo scorso giugno precipitando giù da un edificio del Parco Verde. La Procura indaga ora ufficialmente per omicidio volontario e abusi sessuali. Il rapporto del perito infatti, conferma che la piccola subì violenze.

"La perizia purtroppo conferma quello che temevamo, che la caduta non fosse stata accidentale." ha dichiarato Angelo Pisani, avvocato del padre e dei nonni della piccola.

L'avvocato, che lancia un appello alle istituzioni affinché intervengano "in un ambiente di forte degrado e violenza", ha sottolineato anche che la morte di Fortuna è "da mettere in relazione con la morte di un altro bambino, un anno fa". Il piccolo cui fa riferimento Pisani è Antonio Giglio, morto a 3 anni per quella che apparve come una caduta accidentale nel vuoto dal settimo piano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento