Morte di Fortuna, l'avvocato del padre: "L'autopsia conferma ciò che temevamo"

"La caduta non è stata accidentale", dichiara Angelo Pisani, avvocato del padre e dei nonni della piccola che lancia un appello alle istituzioni affinché intervengano "in un ambiente di forte degrado e violenza"

Fortuna Loffredo

Svolta nelle indagini per la morte della piccola Fortuna Loffredo, la bimba di Caivano morta lo scorso giugno precipitando giù da un edificio del Parco Verde. La Procura indaga ora ufficialmente per omicidio volontario e abusi sessuali. Il rapporto del perito infatti, conferma che la piccola subì violenze.

"La perizia purtroppo conferma quello che temevamo, che la caduta non fosse stata accidentale." ha dichiarato Angelo Pisani, avvocato del padre e dei nonni della piccola.

L'avvocato, che lancia un appello alle istituzioni affinché intervengano "in un ambiente di forte degrado e violenza", ha sottolineato anche che la morte di Fortuna è "da mettere in relazione con la morte di un altro bambino, un anno fa". Il piccolo cui fa riferimento Pisani è Antonio Giglio, morto a 3 anni per quella che apparve come una caduta accidentale nel vuoto dal settimo piano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento