Misure cautelari per una famiglia di presunti usurai: chiedevano alle vittime tassi stellari e reddito di cittadinanza

Residenti a Brusciano e San Vitaliano e tutti con precedenti penali, sono indiziati di usura ed estorsione

Quattro persone sono state colpite da misure cautelari eseguite dai finanzieri di Torre Annunziata. Si tratta di residenti a Brusciano e San Vitaliano ritenuti “gravemente indiziati“ di usura ed estorsione, e già con precedenti penali.

A portare avanti le indagini è stata la compagnia di Casalnuovo. I militari sono partiti dalla denuncia presentata da due coniugi di Brusciano: secondo gli inquirenti gli indagati, dopo aver concesso dei prestiti, erano soliti chiedere indietro somme con tassi di interesse superiori anche al 340% annuo. Non pretendevano solo il denaro contante, ma anche la consegna delle prepagate relative ai sussidi concessi dall’Inps di cui le vittime erano destinatari per la loro difficile condizione economica.

Inoltre, minacciavano i loro "clienti" perché saldassero i debiti, richiedendo anche la consegna della nuova carta di reddito di cittadinanza.

Le misure cautelari sono arresti domiciliari una donna, ritenuta il capo della banda, e divieto di dimora ed obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti del marito, della figlia e del genero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Folle fuga in tangenziale dopo aver rubato un'auto: travolgono le auto incolonnate nel traffico

Torna su
NapoliToday è in caricamento