Al teatro Augusteo si incontreranno i napoletani che volevano aiutare i migranti sulla SeaWatch

L'incontro, intitolato "Simmo ggente 'e core", è stato voluto dal Comune di Napoli. Furono oltre 5600 le offerte arrivate a Palazzo San Giacomo per aiutare i migranti a bordo della Seawatch, poi sbarcati

Sabato 26 gennaio, a partire dalle ore 14.00, e fino alle ore 18.00,  presso il Teatro Augusteo di Napoli, alla presenza del Sindaco Luigi de Magistris e delle assessore Laura Marmorale e Monica Buonanno, si terrà "Simmo ggente 'e core", un momento di incontro per tutte le persone che hanno partecipato o che intendono ancora partecipare all'iniziativa di solidarietà lanciata dal Comune di Napoli, in occasione delle recenti operazioni di soccorso per i migranti, condotte da Sea Watch e Sea Eye.

DE MAGISTRIS: "ANDIAMO A PRENDERE I MIGRANTI SULLA SEAWATCH"

Come si ricorderà il 4 gennaio scorso, già a poche ore dalla pubblicazione sul sito del Comune di Napoli, del form per offrire aiuto ai migranti delle due navi bloccate in mare, arrivarono migliaia di adesioni da Napoli, da tutta Italia e da connazionali residenti all'estero. Complessivamente, le manifestazioni di solidarietà sono arrivate ad oltre 5600, giunte anche da città europee e addirittura da altri continenti. Vestiario, donazioni, alimenti, alloggi e imbarcazioni ma anche offerte di prestazioni professionali specifiche, da quelle mediche a quelle psicologiche, dai traduttori e perfino sommozzatori.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi giorni sono partite più di 5600 e-mail di invito per l'evento che il Comune ha voluto organizzare al fine di consolidare e attuare una rete di solidarietà, nata spontaneamente e con il cuore e che ha costruito un ponte ideale con le tante manifestazioni svoltesi in tutta Italia al grido di "Porti Aperti". Sarà un pomeriggio per conoscersi, rinnovando la generosità di tante persone e mettere a sistema, per oggi e per il futuro, questi preziosi gesti di umanità che possano così diventare un vero supporto per le persone che sono in cerca di un nuovo inizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento