Matrimoni gay, sospesa la circolare Alfano. De Magistris esulta

Il sindaco di Napoli su Twitter sottolinea: "Il Tar ci dà ragione, il ministro dell'Interno e i prefetti hanno fatto abuso di potere"

Matrimoni gay

Nuovo capitolo, oggi, nella vicenda relativa alla trascrizione, nei registri cittadini, dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

"Il Tar ci dà ragione – scrive su Twitter il sindaco di Napoli Luigi de Magistris – il ministro dell'Interno e i prefetti hanno fatto abuso di potere".

Il tribunale amministrativo della Regione Lazio, infatti, dopo il ricorso del Comune di Napoli, ha sospeso la circolare emanata dal ministro Angelino Alfano che vietava la trascrizione dei matrimoni in questione.

“Renzi 0 - sindaci 1!”, aggiunge il sindaco partenopeo. Napoli, peraltro, è tra le prime città d'Italia che ha reso possibile questo tipo di trascrizione presso l'ufficio anagrafe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

Torna su
NapoliToday è in caricamento