Matrimoni gay, sospesa la circolare Alfano. De Magistris esulta

Il sindaco di Napoli su Twitter sottolinea: "Il Tar ci dà ragione, il ministro dell'Interno e i prefetti hanno fatto abuso di potere"

Matrimoni gay

Nuovo capitolo, oggi, nella vicenda relativa alla trascrizione, nei registri cittadini, dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

"Il Tar ci dà ragione – scrive su Twitter il sindaco di Napoli Luigi de Magistris – il ministro dell'Interno e i prefetti hanno fatto abuso di potere".

Il tribunale amministrativo della Regione Lazio, infatti, dopo il ricorso del Comune di Napoli, ha sospeso la circolare emanata dal ministro Angelino Alfano che vietava la trascrizione dei matrimoni in questione.

“Renzi 0 - sindaci 1!”, aggiunge il sindaco partenopeo. Napoli, peraltro, è tra le prime città d'Italia che ha reso possibile questo tipo di trascrizione presso l'ufficio anagrafe.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento