Mario Abbate, proteste contro la decisione di non intitolargli uno slargo al Vomero

Considerato uno dei più grandi interpreti della canzone napoletana nel dopoguerra, non avrà uno slargo che era stato individuato tra piazza Medaglie d'Oro e piazza degli Artisti. Le parole di NIno Simeone

Mario Abbate

"L'ennesima brutta pagina scritta da questa Municipalità". Così Nino Simeone, presidente della commissione Infrastrutture, Lavori pubblici e Mobilità del Consiglio Comunale di Napoli, ha definito il mancato accoglimento della proposta di dedicare uno slargo all'artista Mario Abbate al Vomero.

"Probabilmente non si sono accorti che si trattava di un artista napoletano molto caro agli amanti della musica napoletana – ha proseguito il consigliere comunale – Chissà forse erano troppo presi ad organizzare la fiera del cioccolato, che è alle porte". "Conosco la sensibilità di molti consiglieri municipali e apprezzo molto il lavoro che svolgono sul territorio – va ancora avanti Simeone – ma leggendo e rileggendo le motivazioni di questa bocciatura non riesco a capirne le motivazioni e non voglio pensare che questo diniego possa avere una natura di tipo discriminatorio territoriale. Sarebbe assurdo!"

Simeone ha indirizzato anche una missiva ufficiale all'assessore alla Toponomastica Alessandra Clemente. "In riferimento alla nota PG/2019/815122 del 09/10/2019 a firma del Presidente della Municipalità 5, con la quale il Consiglio Municipale non ha ritenuto di dare parere positivo all'intitolazione di uno slargo all'artista Mario Abbate, in un'area ubicata tra Piazza Medaglie D'Oro e Piazza degli Artisti, ti chiedo di individuare con la massima sollecitudine una soluzione alternativa".

"Sono veramente addolorato per questa mancanza di riguardo da parte della Municipalità 5 avuta nei confronti di un grande artista napoletano e della famiglia, per il quale gli uffici preposti, con grande difficoltà, avevano individuato tale spazio pubblico da intitolare alla sua memoria – continua ancora il consigliere – La cosa che più dispiace è che l'intitolazione di detto slargo all'artista, era stata esplicitamente richiesta dalla famiglia con una sottoscrizione di tanti cittadini napoletani, ai quali la Municipalità non ha neanche fornito un'alternativa, bocciando e mortificando di fatto l'iniziativa popolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mario Abbate

Mario Abbate, nato Salvatore Abate, è morto a 54 anni nel 1981. Cantante e attore napoletano, è considerato tra i più celebri esponenti della canzone partenopea. Iniziò ad esibirsi da bambino e intorno ai 20 anni la sua fama esplose in particolar modo in Sicilia Negli anni '50 ebbe successo anche all'estero, per poi venire alla ribalta in patria nei primi anni '60 soprattutto grazie a diverse apparizioni a Sanremo. Ad oggi, insieme al rivale Segio Bruni, è considerato dalla critica il più grande interprete della canzone napoletana del dopoguerra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Occupa una casa con i sei figli, l'appello di Antonio: "Non mandatemi via. Voglio pagare l'affitto"

Torna su
NapoliToday è in caricamento