Marea azzurra in piazza Dante: "La politica distrugge la città"

I manifestanti chiedono servizi, sicurezza e maggiore vivibilità alle istituzioni comunali e regionali

Comitati civici a piazza Dante per chiedere servizi, sicurezza e maggiore vivibilità alle istituzioni comunali e regionali. La "marea azzurra" è composta da residente di Chiaia, commercianti di Toledo e delle periferie della città. 

Gennaro Esposito del Comitato per la Quiete e vivibilità cittadina:"Il cittadino non fa differenza nell'erogazione dei servizi tra Comune, Regione o Stato. Chiediamo a tutti un cambio di passo per migliorare la vivibilità dei cittadini". 

Diversi gli striscioni e i cartelli esposti dai manifestanti, che assicurano di come tale protesta non abbia colori politici, ma abbia come unico fine la tutela dei cittadini in tema di sicurezza, trasporti, vivibilità e lavoro.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

"Napoli, siamo convinti da sempre, ha delle potenzialità enormi, ma ha bisogno di una guida salda e di una visione della città, senza la quale, lo sviluppo estemporaneo e non messo a sistema può facilmente perdersi e diventare addirittura un problema. Il Turismo senza adeguati servizi ne è l’esempio lampante! L’impegno deve essere di tutti ma ancora di più di chi è libero perché ha le risorse culturali ed economiche e non ne dedica neppure in minima parte al benessere collettivo, credendo che sia del tutto inutile. Sconfiggiamo questo stupido assioma", denuncia Esposito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento