Mare torbido e odore nauseabondo: mistero sul litorale flegreo

A causare il fenomeno potrebbe essere la presenza di mucillagine oppure un precario funzionamento del depuratore di Cuma e il dirottamento delle acque reflue dovuto al vento di Maestrale

Acquamorta, foto di archivio

Torbido, dall'insolito colore marrone scuro e con uno sgradevolissimo odore che si è diffuso tra i quartieri della costa. Così, secondo quanto riferisce Patrizia Capuano sul Mattino, appare da ieri mattina lo specchio di mare che va dal Fusaro alla darsena di Acquamorta.

Una situazione che ha allarmato immediatamente i residenti della zona che subito hanno allertato tutti gli enti competenti, dalla capitaneria di porto, fino all’assessorato regionale all’Ambiente.

Intanto, si legge ancora sul Mattino, sono due le ipotesi che Arpac,Capitaneria di porto di Pozzuoli e assessorato regionale all'ambiente stanno vagliando: a causare il fenomeno che ha colpito lo specchio d'acqua flegreo potrebbe essere la presenza di mucillagine oppure, alla base del problema, potrebbe esserci un precario funzionamento del depuratore di Cuma e il dirottamento delle acque reflue verso il litorale in questione dovuto al vento di Maestrale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

Torna su
NapoliToday è in caricamento