Marano, ancora nessuna graduatoria per il contributo fitti 2010

Il Circolo I Maggio di SEL scrive al commissario prefettizio per chiedere di porre rimedio al notevole ritardo. Senza una graduatora non si possono ricevere i contributi dalla Regione

Stefania Fanelli, segretario cittadino SEL Marano

Marano, ancora nessuna graduatoria provvisoria è stata resa nota per il contributo fitti relativo all'anno 2010. Un ritardo che pesa sulle tante famiglie in difficoltà del comune a nord di Napoli.

A denunciare la situazione è il circolo I Maggio di Sinistra Ecologia Libertà di Marano che ha scritto al commissario prefettizio "per chiedere di intervenire tempestivamente sui notevoli ritardi per la graduatoria provvisoria per il contributo fitti relativi all’anno 2010 che la Regione Campania trasferisce al momento che riceve la graduatoria definitiva".

"Sono stati tempestivi nel provvedere ad aumentare addizionale irpef dallo 0,5 allo 0,8 per cento, ad aumentare le tariffe dell’acqua ma sono mesi che si ritarda su una semplice presa d’ atto che consente ai cittadini  in condizione di disagio di percepire il contributo fitti dell’anno 2010" comunica il circolo di SEL in una nota.

Nella lettera, inviata al Commissario pro-tempore Tramonti dal segretario cittadino Stefania Fanelli a nome di tutto il circolo maranese, si legge "Le scriviamo  per invitarla   ad  attivarsi nel più breve tempo possibile nel firmare la delibera che da il via alla graduatoria provvisoria per il contributo dei fitti dell’anno 2010. Come lei ben sa la regione Campania trasferisce i fondi non prima di aver ricevuto  la graduatoria definitiva. Tutto questo notevole ritardo e questo prendersi del tempo allunga i tempi della graduatoria da provvisoria a definitiva e chi ne paga le conseguenze come sempre sono le famiglie che attendono quel contributo come il pane. E’ evidente che viviamo in un momento in cui lo stato di povertà delle famiglie è in aumento oggi un bambino su 3 è un bambino povero. Far trascorrere tutto questo tempo è una responsabilità che vi assumete sulla pelle delle persone che vivono in forte condizione di disagio.  Vi invitiamo pertanto a firmare la delibera, e permettere alla commissione di svolgere il proprio compito, e dare alle famiglie un poco di respiro. Vi invitiamo  a  farlo nel più breve tempo possibile altrimenti la disperazione delle persone potrà mettere in campo azioni non sempre auspicabili ma a volta rimane l’unico modo per dare a voce a chi non ha voce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento