Marano: laboratorio autobiografico allo sportello di ascolto "Le Porte di Frida"

Si chiamerà "Le Righe Rosa" e partirà il 3 maggio. Lo scopo: aiutare le donne che hanno subito violenza a rigenerare emozioni e ricordi per trasformare i racconti in progetti di vita

Parte giovedi 3 maggio alle ore 10.00,  presso lo sportello di ascolto contro la violenza sulle donne “LE PORTE DI FRIDA” di Marano,  il laboratorio autobiografico “RIGHE ROSA”, organizzato dalla responsabile dello sportello la dott.ssa Anna Polverino, unitamente alla dott.ssa Dora Finizio (ass.ne Frida Kahlo ed assistente sociale allo sportello).

"Il laboratorio - spiega Anna Polverino in un comunicato - è stato pensato come uno spazio in cui ci si dà occasione per prendersi cura di sé e dell’altro tramite la rigenerazione di ricordi, emozioni, sensazioni, creando motivazione e desiderio di continuare a vivere raccontandosi, con l’obiettivo di far diventare il proprio racconto un progetto di vita.
L’attività laboratoriale prevede una serie di incontri condotti da alcune socie , già impegnate allo sportello ed esperte in materia".

Per adesioni è possibile contattare lo sportello al numero 0815872168 oppure scrivere all'indirizzo e-mail leportedifrida@libero.it, indicando: nome, cognome, età, contatto telefonico e la propria e-mail.
Le adesioni verranno raccolte anche al gazebo che sarà allestito durante la festa del primo maggio organizzata dalla Rete Commons al Presidio Antidiscarica di Chiaiano-Marano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento