Marano: sabato flash mob contro violenza e femminicidio

Iniziativa promossa dall'ass. Frida Kahlo, che offre sostegno alle donne vittime di abusi. Appuntamento il 9 marzo in piazza della Pace alle 10.30 per una mobilitazione in danza sulle note di Break the Chain

Violenza contro le donne

 L'associazione Frida Kahlo, che a Marano offre sostegno alle donne vittime di violenza, venerdi 10 marzo - alle ore 10 - inaugura la riapertura dello sportello ascolto “le porte di Frida “a Torre Caracciolo, rimasto chiuso per mesi perché vandalizzato ad opera di ignoti.

Per sabato 9 marzo, invece, previsto un flash mob contro il femminicidio. L'appuntamento è alle ore 10.30 in piazza della pace, dove si danzerà sulle note dell'ormai famosa BREAK THE CHAIN (spezza le catene), la canzone scritta appositamente per la mobilitazione mondiale al femminile del 14 febbraio scorso.

Inoltre l'associazione sarà insieme all'AISM per la campagna “con la gardenia in piazza per donne libere dalla sclerosi multipla": venerdi sotto i portici del comune, sabato mattina in piazza della pace, domenica mattina al corso Europa presso la parrocchia San Ludovico D’angiò

"C’è un’emergenza sociale che si chiama femminicidio - spiegano le attiviste dall'associazione Frida Kahlo -. In Italia ogni tre giorni una donna muore per mano del proprio compagno od ex. Nel 2012 sono state uccise 127 donne tra cui anche una nostra concittadina Enzina Cappuccio. Il 2013 si avviato gia’ con un lungo elenco di vittime torturare, massacrate di botte, briciate vive ed uccise. L’OMS certifica che la violenza è la maggiore causa di mortalità delle donne tra i 16 ed i 44 anni. Occorre una legge diversa sulla violenza e sullo stalking che magari si ispiri al modello spagnolo, occorre che vengano immediatamente riattivati i fondi tagliati per i centri antiviolenza. Bisogna promuovere a partire dalle scuole culture per l’educazione ai sentimenti, (come da nostri progetti presentati alle scuole) promuovere la  cultura verso il sentimento dell’accoglienza delle differenze. Noi intendiamo coinvolgere la città su questi temi e pertanto saremo in piazza della pace sabato 9 marzo ore 10.30 con un flash mob per ricordare nomi, storie e volti di donne uccise in nome di un amore che non c’è. Inviteremo a danzare, come la grande mobilitazione ONE BILLION RISING ci ha mostrato, con le note di Break the Chain, un inno contro la violenza domestica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non lasciateci sole. L’indifferenza alimenta la violenza" scrivono in una nota le attiviste, che concludono ricordando con le parole di un monologo contro la violenza sulle donne di Luciana Littizzitto: “l’amore con la violenza non c’entra un tubo.Un uomo che ci mena non ci ama. Un uomo che ci picchia è uno stronzo sempre e lo dobbiamo capire quando arriva il primo schiaffo perché tanto arriva anche  il secondo, il terzo ed il quarto.L’amore rende felici non ci rompe le costole  non ci lascia lividi sulla faccia. L’amore con gli schiaffi ed i pugni centrano come la libertà e la prigione.Abbiamo una vita sola non buttiamola via”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento