Maradona vs fisco italiano: arriva il no alla richiesta di sospensiva

El Pibe de oro è attualmente debitore di circa 38 milioni di euro. La data per la discussione nel merito del ricorso presentato dal nuovo legale Angelo Pisani è stata fissata per il 3 novembre 2011

La sezione 17 della commissione tributaria di Napoli, presieduta da Gaetano Annunziata, ha respinto la richiesta di sospensiva dell'esecutività dei provvedimenti del fisco a carico di Diego Armando Maradona, attualmente debitore di circa 38 milioni di euro. Il relativo decreto è stato depositato oggi. La data per la discussione nel merito del ricorso presentato dal nuovo legale del Pibe de oro, Angelo Pisani, è stata fissata per il 3 novembre 2011.

Autorizzata, dai giudici della commissione, la chiamata in giudizio dell'Agenzia delle Entrate, che era stata chiesta dall'avvocato di Equitalia. «Una decisione strana - commenta l'avvocato Pisani - e comunque impugneremo in ogni sede il decreto che nega la sospensiva. Va ricordato che nella prima udienza Equitalia non ha presentato nessuna prova dell'esistenza, e quindi della notifica, della cartella originale da cui discenderebbe il maxidebito, in realtà inesistente, a carico di Maradona. Proprio la mancata esibizione di questa cartella rende ora impossibile qualsiasi provvedimento esecutivo nei confronti del mio assistito». (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

Torna su
NapoliToday è in caricamento