Stese e violenze, la Pignasecca in rivolta

Residenti e commercianti si sono incontrati sotto al palazzo colpito e uniti in cerchio tenendosi per mano: "Noi siamo uniti"

La manifestazione, foto Ivo Poggiani Facebook

Manifestazione antiviolenza e anticamorra alla Pignasecca. I cittadini e gli esercenti della nota zona nel cuore di Napoli, insieme ai rappresentanti della Municipalità, alle associazioni antiracket, e al parroco, si sono dati appuntamento proprio davanti al palazzo colpito dai proiettili nel recente episodio di matrice camorristica.

Si sono tutti tenuti per mano, dando vita a un grande cerchio dal valore simbolico. Il quartiere è unito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quanto accaduto - ha detto il presidente della II Municipalità, Francesco Chirico - ha lasciato una ferita profonda che non può rimanere sotto traccia. Era necessario essere qui oggi  per dare un segnale chiaro: Noi non arretriamo di un passo, bisogna denunciare, occupare gli spazi da sottrarre alla malavita e al malaffare e chiediamo che l'attenzione sia sempre massima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento