Mamma a 13 anni: continuerà a studiare con la neonata a scuola

Decisione presa dal Tribunale. Allestito un nido temporaneo presso l'istituto Filangieri a Frattamaggiore. La ragazza scovata dalla preside in virtù della campagna messa in piedi per fronteggiare la dispersione scolastica

Un'aula

Tredici anni, mamma da tre mesi, e la possibilità di tornare tra i banchi di scuola con la neonata. La decisione è arrivata dal Tribunale dei Minorenni di Napoli. E grazie alla disponibilità di preside e docenti dell'istituto "Filangieri" di Frattamaggiore, la giovane ha ricominciato a seguire le lezioni tenendo con sé in classe anche la figlioletta.

Per l'allattamento, ecco un nido allestito nella segretaria della scuola. Una soluzione temporanea in attesa di aiuti che consentano alla giovane madre di proseguire gli studi con più tranquillità. "I compagni di classe - ha riferito la professoressa Rossella Ragone - l'hanno accolta con un enorme e commovente cartellone di benvenuto fatto con le loro mani, composto da una cinquantina di palloncini di colore rosa". A scoprire la situazione in cui si trovava la tredicenne è stata la task-force dell'Istituto commerciale Filangieri, costituita dalla preside Giuseppina Cafasso per contrastare la dispersione scolastica nella zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA STORIA - La piccola studentessa-madre aveva rinunciato alle lezioni in quanto costretta ad allattare ogni due-tre ore la sua bimba. Non potendo affidare la piccola alle cure della madre, costretta a lavorare tutto il giorno, né al padre, impiegato all'estero, alla tredicenne non restava altro che starsene a casa ad accudire sua figlia, frutto dell'amore con il fidanzatino appena diciottenne a cui la bimba è formalmente affidata. "Inizialmente era titubante - ha detto la professoressa Ragone - si è tenuta costantemente in contatto sia con me che con la preside Cafasso per sapere come stava la sua bambina. Noi tutte l'abbiamo rassicurata e chiesto la sua presenza solo quando necessario, cioé per l'allattamento. Poi, piano piano, siamo riuscite a fare in modo che, finalmente, tornasse a fare l'alunna". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento