"Le mafie napoletane si sono infiltrate a Medjugorje": l'allarme dell'inviato del Papa

Le parole dell'arcivescovo polacco Henrik Hoser hanno fatto il giro del mondo: "Mafie napoletane pronte a fare profitti in un luogo ricco di pellegrini"

Medjugorje

“A Medjugorje, dove sono inviato per il Santo Padre, c’è una lotta sempre più agguerrita tra il bene e il male. Da un lato si incontrano migliaia di giovani che utilizzano il sacramento della penitenza e della riconciliazione. Dall’altra, però, bisogna essere consapevoli che a causa del massiccio afflusso di pellegrini, in questo posto si sono infiltrate le mafie, tra cui quelle napoletane, pronte a fare profitti”.

Hanno fatto molto rumore le parole pronunciate negli ultimi giorni dall'arcivescovo polacco Henrik Hoser. Le frasi dell’inviato del Papa a Medjugorje – riportate dai media polacchi e riprese in Italia dal noto giornalista di Tv2000 David Murgia – stanno facendo il giro del Mondo.

L’arcivescovo ha denunciato le infiltrazioni della criminalità organizzata napoletana in uno dei maggiori luoghi di culto europei nel corso di una celebrazione (il discorso di Hoser è disponibile anche su Youtube) all’aeroporto Chopin di Varsavia, proprio prima di partire alla volta della Bosnia Erzegovina, dove sarà in missione per Papa Francesco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento