La madre del 13enne picchiato dal branco: "Sono orgogliosa di mio figlio"

"La punizione come dice il nostro avvocato deve esser esemplare per esser da monito e freno per evitare altre tragedie e richiamare tutti i genitori ai loro doveri", spiega la signora Rosaria nell'intervista rilasciata a NapoliToday

Non deve essere stato facile per Rosaria, madre di U.B. il 13enne picchiato selvaggiamente da decine di bulli nel parco dei Colli Aminei, apprendere del pestaggio subito dal figlio. "Quando la notizia è diventata virale mio figlio mi ha raccontato tutto. Siamo orgogliosi del suo esempio di civiltà", ci ha spiegato la donna, ancora scossa per quanto accaduto, facendo riferimento al video pubblicato sui social dai carnefici del 13enne, diventato poi virale. Gli aggressori, tutti di età compresa tra i 14 e i 17 anni, sono stati denunciati in stato di libertà. Oltre il danno però anche la beffa, visto che come ci spiega Angelo Pisani, legale con Sergio Pisani e Antonella Esposito della famiglia del 13enne, "Instagram nella confusione e controversia sul bullismo, probabilmente a tutela di ogni azione illecita e in danno dei minori, ha bannato e bloccato anche l'account della vittima. E' totalmente ingiusto, il ragazzo non merita questa ulteriore punizione che andrebbe comminata solo al branco che l'ha aggredito in pineta".

NapoliToday ha intervistato la madre del 13enne aggredito ai Colli Aminei.

- Come è venuta a sapere dell'aggressione subita da suo figlio?
 "Dopo che la notizia è diventata virale mio figlio mi ha raccontato tutto scusandosi per quello che era accaduto, ma noi siamo orgogliosi del suo esempio di civiltà".

- Si è spiegata come mai tanta violenza contro suo figlio?
"Non ci sono parole, un branco di vigliacchi e tanta malvagità e violenza effetto di tutti cattivi esempi che la società fornisce ai più giovani ormai sprovvisti del sistema scuola, famiglia e società civile".

- Da madre, cosa si sente di dire a quei ragazzi?
"Sono vittime di un sistema e spero che possano salvarsi da un futuro infernale su questa strada" .

- I familiari dei ragazzi coinvolti nell'aggressione hanno cercato di mettersi in contatto con lei?
"Mi ha detto l’avvocato Angelo Pisani che due famiglie hanno scritto delle lettere di scuse..."

- Ritiene giusta la cifra circolata di un milione di euro come risarcimento danni?
"Non c’è una somma pari allo spavento, trauma, violenza, paura, danni subiti e purtroppo indelebili. La punizione come dice il nostro avvocato deve esser esemplare per esser da monito e freno per evitare altre tragedie e richiamare tutti i genitori ai loro doveri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- La chiusura delle scuole per l'emergenza Coronavirus e di sostegni psicopedagogici rischia di trasformarsi una bomba sociale. Cosa bisogna fare per impedire che possano verificarsi altri episodi violenti come questo?
"Investimenti veri in cultura , sport e socialità ma soprattuto ripristino e riforma del sistema scolastico ormai sospeso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento