Luca Abete: "A pochi passi dal centro di Napoli c'è il 'parco della morte'"

L'inviato di Striscia la Notizia è tornato al Parco della Marinella per mostrare la situazione di degrado che regna nella zona

Luca Abete è tornato al Parco della Marinella per testimoniare la situazione di degrado che permane nella zona, nei pressi dell'ospedale Loreto Mare.

"Droga, morte e disperazione nel parco che non c'è - scrive Abete su Facebook - . Chi sognava fiori, alberi e panchine è rimasto amaramente deluso: il parco della Marinella continua ad essere un pericoloso monumento al degrado nel pieno centro di Napoli!".

La zona ogni giorno è meta di tossicodipendenti che vanno lì a drogarsi: "Circa quindici giorni fa qui sono morti due-tre ragazzi per overdose. Ogni giorno un centinaio di persone vengono a bucarsi qui. Io mi faccio tre-quattro siringhe al giorno. Da quando avevo 20 anni, negli anni '70, ho conosciuto l'eroina e non ho mai smesso un giorno. Fino a due settimane fa facevo il marmista. Guadagnavo 80 euro al giorno, ma ne spendo 100 per la droga. Per questo non ho una casa, non ho niente", spiega un uomo all'inviato di Striscia la Notizia nel video andato in onda nella puntata del 12 febbraio del tg satirico di Canale 5.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento