Lite in un condominio: morto un operatore ecologico

Tragedia nel rione Cicerone a Castellammare. La polizia indaga sulle cause della morte

Sono tutte da chiarire le cause che hanno portato alla morte un operatore ecologico di 61 anni a Castellammare. Secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stata una lite, nella tarda serata di ieri, 23 luglio, all'interno di un condominio nel rione Cicerone. L'uomo si è accasciato al suolo morendo sul colpo per cause ancora da stabilire. Non si sa al momento se si tratti di un malore o se abbia subito un colpo letale.

Le indagini 

Tutte le ipotesi sono sul campo e la procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo sul caso. Disposta l'autopsia sul corpo della vittima. Solo quest'esame potrà stabilire l'esatta causa della morte. Intanto indaga la polizia del commissariato stabiese. Anche la moglie della vittima sarebbe stata colpita e ferita. La donna è stata medicata all'ospedale San Leonardo di Castellammare. La notizia è stata data dal Corrierino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento