Lite in un condominio: morto un operatore ecologico

Tragedia nel rione Cicerone a Castellammare. La polizia indaga sulle cause della morte

Sono tutte da chiarire le cause che hanno portato alla morte un operatore ecologico di 61 anni a Castellammare. Secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stata una lite, nella tarda serata di ieri, 23 luglio, all'interno di un condominio nel rione Cicerone. L'uomo si è accasciato al suolo morendo sul colpo per cause ancora da stabilire. Non si sa al momento se si tratti di un malore o se abbia subito un colpo letale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini 

Tutte le ipotesi sono sul campo e la procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo sul caso. Disposta l'autopsia sul corpo della vittima. Solo quest'esame potrà stabilire l'esatta causa della morte. Intanto indaga la polizia del commissariato stabiese. Anche la moglie della vittima sarebbe stata colpita e ferita. La donna è stata medicata all'ospedale San Leonardo di Castellammare. La notizia è stata data dal Corrierino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento