Linea 1 della metropolitana ferma, il sindacato Orsa: "Passeggeri sui binari"

L'azenda ha comunicato l'interruzione del servizio intorno alle 15, più tardi il sindacato ha specificato le cause di quanto stesse accadendo

Cattive notizie per chi si sposta con i mezzi pubblici in città. Come comunicato da Anm, la Metro linea 1 è del tutto ferma.

"Circolazione temporaneamente sospesa su intera tratta", recita il comunicato dell'azienda, che non ha specificato se i motivi dello stop fossero o meno tecnici, nè quando c'è da aspettarsi che il servizio possa riprendere.

AGGIORNAMENTO: SERVIZIO RIPRESO ALLE 17

I problemi seguono lo sciopero avvenuto ieri, che già ha causato numerosi disagi all'utenza.

A fare chiarezza sulla vicenda è stato il sindacato Orsa, che ha parlato di alcuni passeggeri scesi dai treni lungo i binari una volta saputo dei problemi che si stavano verificando nelle stazioni Colli Aminei, Frullone e Piscinola.

Il comunicato del sindacato Orsa

Sulla vicenda ha rilasciato un comunicato il sindacato Orsa, a firma del vicesegretario regionale Fabio Cuomo. Eccone il testo:
"Dalle ore 14.30 circa la circolazione dei treni sulla linea 1 della Metropolitana è sospesa. Inizialmente c'è stato un guasto all'impianto di Piscinola poi, per dare la possibilità ai tecnici, intervenuti tempestivamente, di ripristinare il guasto tra i binari e non interrompere la circolazione su tutta la linea, i dirigenti dalla sala operativa con l'intento di arrecare meno disagi possibili al pubblico, decidevano di limitare il servizio tra le fermate di Garibaldi e Colli Aminei, e sospenderlo invece tra quelle di Colli Aminei e Piscinola"

Da lì però sono sorti ulteriori disagi. "Quando è stato chiesto ai viaggiatori di scendere dal treno a Colli Aminei - prosegue Cuomo - gli stessi si inoltravano inopinatamente sui binari, la stessa cosa facevano altre persone tra le fermate di Frullone e Piscinola. A quel punto, per motivi di sicurezza, è diventato impossibile far circolare i treni a causa proprio della presenza di persone tra i binari, e bisognava attendere l'intervento delle forze dell'ordine per sgombrare la linea ferroviaria".

"Ormai i viaggiatori sono esasperati per i continui disagi che subiscono ogni giorno, ma occupare i binari come segno di protesta non fa altro che peggiorare la situazione - si conclude la nota - i lavoratori di ANM non hanno alcuna responsabilità per quanto accade, anzi e solo grazie a loro se ogni giorno esiste quel servizio, seppur scadente e, la verità va detta, a Napoli il trasporto offerto non è seconda al Giappone e neanche da capitale europea, ma è da terzo mondo e non bastano i prolungamenti dell'orario di servizio il sabato sera di linea 1 e della funicolare centrale per nascondere questa verità, e la responsabilità di questo disastro è solo della classe politica dai vari governi centrali che si sono succeduti a quelli locali, lo diciamo da tecnici e competenti dei trasporti".

Aggiornato alle 17

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Napoli, caso sospetto al Pellegrini: ricoverato cittadino cinese

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento