homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

“Napoli non è tra le città più pericolose, Londra invece sì”

Nino Daniele, assessore comunale al Turismo, ha risposto al monito del Ministero degli Esteri inglese che metteva in guardia i turisti connazionali sulla città partenopea

Palazzo San Giacomo

L'assessore comunale di Napoli al Turismo, Nino Daniele, ha indirizzato una lettera all'ambasciatore britannico in Italia Christopher Prentice: un atto di protesta in seguito “all'allerta criminalità” per i propri turisti che il governo ha diramato a proposito del capoluogo partenopeo.

"Napoli non è certamente tra le città più pericolose del mondo – è il passaggio più duro di quanto scritto da Daniele – mentre, per esempio, Londra è nell'elenco stilato da Tripadvisor delle prime dieci città più pericolose d'Europa”.

"Il crescente incremento dei flussi turistici diretti a Napoli, il picco di presenze nei mesi estivi, storicamente considerati di bassa stagione, indicano chiaramente che Napoli è ormai una meta turistica scelta e non più città di passaggio”, sottolinea l'assessore della giunta de Magistris, che aggiunge quanto un simile dato renda gli amministratori ancora più “responsabili, vigili e attenti a incrementare i servizi di accoglienza e i dispositivi di sicurezza”.

Messaggi allarmistici come quello diramato dal governo inglese sono, per l'assessore, “sproporzionati e non documentati”. Daniele invita i responsabili del Ministro degli Esteri britannico a Napoli, “con la speranza che, nel segno dell'amicizia che lega i nostri popoli, ci possa aiutare a ristabilire una informazione più equilibrata”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      E' morta Martina: aveva subito un trapianto di cuore al Monaldi

    • Cronaca

      Addio alla mamma del boss Scotti: il figlio assente all'ultimo saluto

    • Cronaca

      Bus a Napoli, è boom di abbonamenti falsi

    • Cronaca

      Si confonde tra la folla dello shopping per trasportare cocaina

    I più letti della settimana

    • Terremoto nel Centro Italia, scosse avvertite anche a Napoli

    • Terremoto Centro Italia, il punto dell'Osservatorio Vesuviano sulla situazione

    • Terremoto Centro Italia, raccolta beni di prima necessità all'Ex Opg

    • Terremoto Centro Italia, scosse avvertite anche a Napoli: "Abbiamo avuto paura"

    • Incidente mortale in autostrada, Giuseppina al marito: "Sei stanco, guido io"

    • Amatrice, lo sciacallo del Rione Alto arrestato sosteneva Massimo Bossetti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento