Olimpiadi dell'Illegalità delle Iene: a Napoli il triste primato

Un ragazzo ruba a via Partenope una bicicletta lasciata incustodita da Angelo Duro, l'inviato del programma tv, decretando la vittoria della città su Bucarest e Barcellona

Un momento del servizio

Poco lusinghiero primato di Napoli che ha trionfato nella singolare sfida proposta da Angelo Duro, in occasione delle Olimpiadi dell'Illegalità delle Iene, sconfiggendo Barcellona e Bucarest. La competizione aveva l'obiettivo di individuare la persona che avrebbe rubato nel minore tempo possibile una bicicletta lasciata incustodita nelle tre città in esame.

A Napoli la bici è stata "abbandonata" sul lungomare in via Partenope. Nonostante la presenza dei carabinieri, un ragazzo ha agito per poi a vantarsi dell'azione compiuta una volta scoperto dalle Iene.

C'è da dire però a difesa dell'onestà partenopea, come ci è stato segnalato da alcuni ragazzi presenti durante la registrazione, che sono state fatte varie prove dalla troupe delle Iene in diversi punti della città. A esempio in via Medina era stato abbandonato un portafogli a terra senza che nessuno tentasse di rubarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Angelo Duro era anche ieri a Napoli, in piazza Trieste e Trento, per girare uno spot del Kinder Bueno, che andrà in onda in una delle puntate serali delle Iene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

Torna su
NapoliToday è in caricamento