Lavoro nero: scoperto anche un minorenne in una ditta

Trovate in totale sei persone impiegate a nero. La fabbrica era stata realizzata in un seminterrato abusivo

Su 14 lavoratori, sei erano impiegati a nero. Tra loro c'era anche un minorenne. È la scoperta che hanno fatto i carabinieri della stazione di Grumo Nevano nel corso di un controllo in una ditta produttrice di giacche a Casandrino. I militari sono entrati in azione a via Bachelet per un'ispezione nell'azienda. Li hanno trovato i lavoratori a nero oltre che hanno riscontrato anche una serie di problemi di sicurezza e igienici.

La fabbrica “nascosta”

La fabbrica era stata realizzata all'interno di un seminterrato con varie macchie di umidità e vie di sicurezza bloccate da vari materiali. I servizi igienici erano poi impraticabili. Il titolare, un cittadino del Bangladesh di 31 anni, è stato denunciato oltre ad un 75enne di Arzano per abusivismo edilizio in quanto proprietario del capannone sotto al quale era stato realizzato il seminterrato dove operava la ditta. Tutta l'area di 180 metri quadri è stata posta sotto sequestro insieme a tutto il materiale prodotto.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

Torna su
NapoliToday è in caricamento