Nola: riapre via Boscofangone dopo sette anni

L'Asi domani, 1 febbraio, inaugurerà la strada dopo una lunga attesa. I lavori sono costati 250mila euro

Un'attesa durata sette anni per veder restituita alla cittadinanza una strada. Si tratta di via Boscofangone a Nola i cui lavori sono durati diversi mesi ma che finalmente sono terminati. Domani, 1 febbraio alle 10, la strada verrà inaugurata con una cerimonia all'interno dello spiazzale dello stabilimento industriale del pastificio Ferrara. L'area fa parte dell'Asi, area sviluppo industriale, che di fatto è il soggetto che ha reso possibile l'opera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un intervento che è costato circa 250mila euro e che riattiva una dorsale fondamentale per il traffico dell'agglomerato Nola-Marigliano. Si calcola che la strada verrà percorsa da circa 10mila utenti appartenenti in gran parte all'indotto industriale dell'area. Sono in totale 100 le imprese e 10mila i dipendenti che ogni giorno si trovano a transitare in quell'area. Dovrebbero terminare così le disservizi che hanno costretto per anni gli addetti ai lavori a percorrere strade alternative con un enorme dispersione di tempo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento