Arrestato uno dei 100 latitanti più pericolosi d'Italia: si nascondeva in una villetta in Irpinia

Cirillo, affiliato al clan Polverino, era latitante da cinque anni

I carabinieri hanno catturato uno dei 100 latitanti più pericolosi f'Italia. Guglielmo Cirillo, 28 anni, di Marano di Napoli, affiliato al clan Polverino, si  nascondeva in una insospettabile villetta in provincia di Avellino. Era latitante dal 4 giugno 2013, esattamente da 5 anni, dopo aver ricevuto due ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti.

L'uomo si occupava per conto del clan di importazione di hashish dalla Spagna e dal Marocco: contrattava i prezzi e gestiva l’ingresso in Italia delle partite di droga.

Il clan Polverino opera nella gestione di affari illeciti in Italia e all’estero.

I carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento per catturare Cirillo, sorprendendolo mentre era intento a mangiare in piatto di pasta e fagioli. Durante la perquisizione nel nascondiglio è stato scoperto un angolo boxe con sacco e guantoni.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Dieta: 7 alimenti che credi facciano dimagrire e invece fanno ingrassare

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Ancelotti furioso al Franchi, voci di esonero per Sarri: inizio col botto in Serie A

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento