Arrestato uno dei 100 latitanti più pericolosi d'Italia: si nascondeva in una villetta in Irpinia

Cirillo, affiliato al clan Polverino, era latitante da cinque anni

I carabinieri hanno catturato uno dei 100 latitanti più pericolosi f'Italia. Guglielmo Cirillo, 28 anni, di Marano di Napoli, affiliato al clan Polverino, si  nascondeva in una insospettabile villetta in provincia di Avellino. Era latitante dal 4 giugno 2013, esattamente da 5 anni, dopo aver ricevuto due ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti.

L'uomo si occupava per conto del clan di importazione di hashish dalla Spagna e dal Marocco: contrattava i prezzi e gestiva l’ingresso in Italia delle partite di droga.

Il clan Polverino opera nella gestione di affari illeciti in Italia e all’estero.

I carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento per catturare Cirillo, sorprendendolo mentre era intento a mangiare in piatto di pasta e fagioli. Durante la perquisizione nel nascondiglio è stato scoperto un angolo boxe con sacco e guantoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento