Napoli dà l'addio a Valente Camera ardente al Maschio Angioino

Oggi al Maschio Angioino, nella Sala dei Baroni, sarà allestita la camera ardente per l'omaggio al sergente maggiore Roberto Valente, il parà morto a Kabul. Sarà aperta fino alle 20. Domani i funerali nella chiesa di San Vitale a Fuorigrotta

Terminati i funerali di stato a Roma per i sei militari morti a Kabul, il feretro del sergente maggiore Roberto Valente sta giungendo a Napoli. Qui sarà accolto dal sindaco Iervolino.

Al Maschio Angioino, nella Sala dei Baroni, sarà allestita la camera ardente che rimarrà aperta fino alle 20 di questa sera per permettere alla città di rendere l'ultimo omaggio a Valente. Alle 15, nell'androne di Palazzo San Giacomo, il Sindaco Rosa Iervolino Russo ed i rappresentati della Giunta Municipale osservano, insieme ai dipendenti del Comune di Napoli, un minuto di raccoglimento in memoria dei caduti di Kabul.

  Auspico che i napoletani rispettino Roberto e gli diano gli onori che merita  
Prima del minuto di silenzio il sindaco ha dichiarato: "Ricordiamo in particolare Roberto Valente non solo perché napoletano, ma perché è uno dei casi più commoventi con il bimbo di due anni, suo figlio, con il cappellino dei paracadutisti".

Iervolino ha confermato che tutta la Giunta comunale andrà alla barriera dell'autostrada a ricevere la salma per portarle i massimi onori fino al Maschio Angioino dove sarà allestita la camera ardente, fino ai funerali di domani. "Auspico che i napoletani rispettino Roberto e gli diano gli onori che merita, andando alla camera ardente - ha detto il sindaco - è per noi motivo di orgoglio anche la meravigliosa famiglia ed il coraggio della moglie, persona di grande spessore interiore, questo non rende meno amara la pena, ma ci rende orgogliosi".


Domani mattina, alle 10.30 si terranno i funerali nella chiesa di San Vitale a Fuorigrotta, il quartiere dove viveva il sergente maggiore.

VAI ALLA DIRETTA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento