Ischia, la polizia sequestra 30mila euro di botti illegali

Gli ordigni esplosivi artigianali erano in una abitazione di Via Finestra. Peso complessivo: 300 chilogrammi. Denunciati per detenzione abusiva di esplosivi un 76enne ed un 37enne

Botti

Continuano i controlli del territorio effettuati da parte del Commissariato Ischia e finalizzati alla prevenzione del contrasto della detenzione e vendita dei cosiddetti "botti illegali". Nelle scorse ore, gli agenti della Polizia di Stato hanno effettuato una perquisizione in una abitazione in via Finestra a Barano d'Ischia.

I poliziotti hanno infatti rinvenuto un quantitativo di ordigni esplosivi artigianali, del peso complessivo di 300 chilogrammi circa, del valore di 30.000 euro, ora sotto sequestro. Denunciati per detenzione abusiva di esplosivi un 76enne ed un 37enne entrambi di Barano d'Ischia.

Sono stati inoltre segnalati al Prefetto di Napoli per l'adozione del Provvedimento di divieto detenzione armi, inoltre, in quanto titolari di licenza di porto di fucile da caccia, sarà avviato nei loro confronti anche un Provvedimetno amministrativo di revoca degli stessi. I due baranesi sono stati sottoposti a ritiro cautelare delle armi da loro legalmente detenute e di oltre 1000 munizioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folla in via Toledo, da Alcott c'è Oslo de "La casa di carta"

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

Torna su
NapoliToday è in caricamento