Accoltellamento del 17enne Arturo: c'è il secondo arresto, è un coetaneo

Da mesi era già in carcere il quindicenne soprannominato ''O Nano'. Il Ministro dell'interno Minniti aveva preannunciato una svolta. Il 17enne è accusato di tentato omicidio

('o Nano, primo arrestato)

Lo aveva rivelato la scorsa settimana il Ministro dell'interno Minniti: una svolta, nel caso dell'accoltellamento del 17enne Arturo Puoti, era vicina. Questa mattina arriva infatti la notizia che, con l'accusa di tentato omicidio, la polizia ha arrestato - con provvedimento emesso dal Gip del Tribunale dei Minorenni su richiesta della Procura - un 17enne napoletano. Si tratta del secondo arresto per l'accoltellamento di Arturo, avvenuto il 18 dicembre 2017 in via Foria. Il primo arrestato, soprannominato ''O Nano', è in carcere ad Airola: ha 15 anni e finora non ha collaborato, come ha evidenziato la madre di Arturo, Maria Luisa Iavarone, intervenuta in redazione per un'intervista video nella rubrica NapoliTalk.  

Le indagini ora puntano gli altri appartenenti al gruppo che aggredì Arturo, quasi uccidendolo. Al lavoro la Squadra Mobile della Questura di Napoli, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni. 

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Riapre la piscina della Mostra d'Oltremare dopo 3 anni

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento