Rischio Vesuvio: “Zona Rossa da cambiare, vie di fuga inadatte”

Sono i punti emersi dal dibattito fra esperti organizzato in occasione del 70mo anniversario dell'ultima eruzione del vulcano

Vesuvio

Migliorare il piano di evacuazione in caso di un'eruzione del Vesuvio. È l'obiettivo che si sono posti alcuni cittadini di San Sebastiano al Vesuvio, che hanno organizzato un incontro sul tema in occasione del 70mo anniversario dell'ultima eruzione del vulcano.

Sono intervenuti esperti di più discipline, come per la vulcanologia Giuseppe Rolandi, per l'antropologia Giovanni Gugg, gli storici Angelo Pesce e Bernardo Cozzolino, per l'ambiente Umberto Saetta.

C'è “la necessità di una maggiore attenzione da parte delle istituzioni per affrontare ancora più a fondo, con coerenza e costanza, il rischio eruzione”, spiega Gugg, ricordando come al momento sussista “assenza di comunicazione tra le istituzioni e la popolazione in merito al rischio vulcanico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal dibattito è emersa anche la richiesta di modificare la perimetrazione della “zona rossa”, nonché i “gemellaggi” dei comuni vesuviani con i luoghi in cui i loro residenti andrebbero trasferiti. “Come vivrebbero le decine di migliaia di famiglie di sfollati lontani dal lavoro? Per quanto tempo e dove? Le regioni italiane lo sanno?”, prosegue l'antropologo. Senza dimenticare il problema infrastrutturale delle vie di fuga, spesso circolari e non radiali (ad esempio la statale 268) e di difficile scorrimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

Torna su
NapoliToday è in caricamento