martedì, 02 settembre 25℃

Con lo scooter contro un'auto: muore un 19enne

E' accaduto a Pianura. Il ragazzo viaggiava su di uno scooter che ha impattato contro un'auto

Redazione 24 agosto 2013
9

Senza casco, sullo scooter di un amico, si scontra con un'auto a un incrocio, cade sull'asfalto e muore all'istante: è successo oggi, a Napoli, vittima Vincenzo Scamardella, che ieri aveva compiuto 19 anni. L'incidente e' avvenuto a Pianura, all'incrocio fra via Pallucci e via Carrà. Il ragazzo era alla guida del motorino finito contro l'auto sulla quale c'erano altri due giovani, rimasti praticamente illesi. Scamardella era senza documenti; il motorino era intestato alla mamma del suo amico, per cui l'identificazione da parte della Polizia municipale, intervenuta sul posto, è stata piuttosto complessa.

I COMMENTI - "A Napoli soprattutto in alcune zone della città - dichiarano il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della Radiazza che da mesi stanno portando avanti una campagna per l' uso della protezione sullo scooter - il casco non sanno neanche cosa sia. Basta farsi un giro non solo a Pianura ma anche a Ponticelli, a San Giovanni a Teduccio, nei Quartieri Spagnoli, nel Pallonetto di Santa Lucia, a Forcella, nella Sanità e si noterà che tutti si muovono sui mezzi a due ruote senza protezione. Spesso si vedono gironzolare per la città intere famiglie con 3 o anche 5 persone, altre volte bambini di neanche 10 anni si notano a scorrazzare sugli scooter acquistati dai genitori. Usare il casco è considerato da alcuni abitanti di Napoli un atto di debolezza e di sottomissione allo stato. Non indossarlo è invece una sfida quotidiana che però continua a mietere vittime soprattutto tra i più giovani".
"Prima che con la repressione - concludono Borrelli e Simioli - bisognerebbe intervenire a livello culturale per spiegare ai tanti genitori che educano i propri figli fin da piccoli a guidare senza casco che non solo è sbagliato ma pericoloso. Ogni volta che avviene un incidente o muore un giovane a nostro avviso dovrebbero andare in galera proprio i padri e le madri che hanno educato i loro figli a non rispettare le regole".

Annuncio promozionale

Vincenzo Scamardella
Pianura
incidenti stradali

9 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di michele

    michele vincenzo ci manchi ragazzi era troppo un bravo ragazzo quella strada dove ha fatto l'incidente fa schifo a quell'incrocio non si vede nulla perche tutte le macchine parcheggiano da x tutto poi anche se aveva visto la macchina nn poteva fare una frenata brusca perchè l'asfalto è talmente liscio che avrebbe fatto le capriole..........

    giovedì, 24 aprile
  • Avatar anonimo di salvatore

    salvatore noi pianuresi non sappiamo neache cos' è la polizia municipale, poi fra l' altro in tutti i quartieri di napoli quando un pubblico ufficiale vede una persona senza casco quasi quasi gli fa i complimenti, per entrare nello specifico io abbito vicino dove è morto questo ragazzo, e li cerano i vigli e la polizia nu sacco di motorini si fermavano a vedere quello che era successo sottolinio i conducenti di questi mezzi erano la magior parte senza casco e ne i vigili e la polizia hanno fatto un @#?*%$.
     

    il 29 agosto del 2013
  • Avatar anonimo di carlo

    carlo ragazzi ni dispiace dirlo ma la nostra citta e un fallimento totale

    il 25 agosto del 2013
  • Avatar di francesco

    francesco ma come cavolo ha fatto ?

    il 25 agosto del 2013
  • Avatar anonimo di luigi

    luigi sono daccordo il casco si deve mettere,ma si deve far rispettare pure la segnaletica,dove è successo questo incidente io abito vicino, è qua moto e scuter scorazzano a tutta velocità, controlli? (0) in quel tratto dove usciva l'auto, non c'è visibilità perche parcheggiano su ambi i lati della carreggiata, bravi le forze dell'ordine tra rilievi e foto scattate.......ancora oggi dopo che c'è scappato il morto si continua a parcheggiare......inaudito c'è anche una fermata del bus.

    il 25 agosto del 2013
  • Avatar anonimo di 1926

    1926 Vogliamo parlare del manto stradale??? A Napoli l Asfalto drenante non sappiamo neanche cos ě!!! Il manto stradale ě liscio come la testa di claudio bisio quando fai una frenata da pianura ti trovi direttanente a fuorigrotta senza passare x soccavo...Pensiamo alla American Cup e la pista ciclabile intanto le periferie vanno sempre a farsi fottere!!!Dobbiamo sperare che un bel giorno i Sindaci e non il Sindaco un bel giorno cade nella vasca riprende i sensi e si ricorda ancche di noi che abitiamo in periferia...

    il 25 agosto del 2013
  • Avatar anonimo di patrizia

    patrizia vogliamo parlare anche dell incrocio dove e' avvenuto l'incidente?E' una traversa che si immette su via Pallucci e quando la fai c'e pochissima visibilita' anche perche' oltre ad essere molto pendente ci parcheggiano anche le auoto quindi e' difficile vedre chi arriva da sinistra....e' vero il ragazzo nn aveva il casco..ma rivediamo anche un po' anche le strade....che anch'esse nn so con che criterio sono state fatte ste traverse di pianura!

    il 25 agosto del 2013
  • Avatar anonimo di alessio

    alessio Adesso non portare il casco in quartieri come secondigliano o la sanità, è un atto di ribellione. E mica si fa accenno al fatto che con determinati mezzi se hai il casco, ti sparano a vista? E la cronaca ,dopo , racconto di "vendetta trasversale" "resa dei conti".
    Esperienza personale.

    il 24 agosto del 2013
    • Avatar anonimo di La Sala Gennaro

      La Sala Gennaro Infatti il vero problema non è il casco che se pure, fino ad un certo punto, protegge la testa comunque se l'impatto è violento probabilmente ci si fa lo stesso molto male; il vero problema è che a Napoli quasi nessuno rispetta le regole stradali a partire proprio dalle autorità, maggiori responsabili del degrado in versa la città.
      Ovviamente ognuno da solo può cercare di migliorare titto questo, come? RISPETTANDO TUTTE LE REGOLE e .....usando il buon senso, abbandonando l'arroganza e cercando di recuperare que valori come il rispetto per gli altri ed il senso del bene comune. Tutto questo che nella maggior parte delle altre città italiane è cosa normale, qui a Napoli non esiste più. Concludo ricordando che il problema non sono solo i giovani ma anche quelle persone con i capelli grigi che forse queste regole non le hanno mai rispettate.
      Speriamo bene.

      l' 1 settembre del 2013