Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

Sposata con Domenico da tre anni, aveva una bambina di due anni. Viveva in provincia di Caserta

Foto dal profilo Facebook della vittima

Si chiama Imma Papa, la 29enne vittima del tragico incidente di cui è stata vittima sull'Asse mediano oggi pomeriggio. La giovane è originaria di Forchia, nella Valle di Suessola, e lavorava all'aeroporto di Capodichino. Stava facendo rientro a casa quando è stata investita dal contenuto del rimorchio di un camion all'altezza dell'uscita del centro commerciale “Le Porte di Napoli” tra Acerra e Afragola.

Il profilo della vittima 

La 29enne viveva ad Arienzo, in provincia di Caserta, insieme al marito Domenico con cui era sposata dal 2016. Lascia lui e la loro bambina di soli due anni. La sua famiglia è molto nota nella sua terra d'origine. Era figlia di un vigile urbano, Giuseppe, stimato in città. Il corpo verrà sottoposto ad autopsia per stabilire l'esatta causa del decesso dopodiché potrà essere restituito alla sua famiglia per l'ultimo saluto nella sua terra d'origine. Sono centinaia i commenti sotto le sue foto sul suo profilo Facebook. Tra le persone che le danno l'ultimo saluto ci sono anche persone rimaste ferme nel traffico a causa del suo incidente e che hanno visto la scena orrenda. 

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento