Bus nella scarpata, il perito della Procura: "Fu guasto meccanico"

L'impianto di trasmissione del bus, che il 28 luglio 2013 trasportava un gruppo di pellegrini di Pozzuoli, ha ceduto, tranciando il sistema frenante. Questa la conclusione alla quale è giunto uno dei consulenti della Procura di Avellino

L'impianto di trasmissione del bus, che il 28 luglio 2013 trasportava un gruppo di pellegrini di Pozzuoli, ha ceduto, tranciando il sistema frenante.

Questa - come riferisce Repubblica Napoli - la conclusione alla quale è giunto uno dei consulenti della Procura di Avellino nell'indagine sull'incidente del pullman che precipitò dal viadotto autostradale Acqualonga a Monteforte Irpino sulla A16.

L'ingegnere Alessandro Lima, che per primo eseguì le verifiche sul bus nel quale morirono 40 persone, è stato ascoltato questa mattina nel corso del processo a carico di 15 persone, il proprietario dell'agenzia che noleggiò il bus, due funzionari della Motorizzazione Civile di Napoli, accusati di aver falsificato i documenti di revisione del mezzo, e 12 tra funzionari e dirigenti di Autostrade per l'Italia, ritenuti responsabili a vario titolo di una serie di omissioni.

Nella lunga deposizione dell'ingegnere Lima è emerso che il mezzo era gravemente compromesso anche nella struttura portante e che non avrebbe mai potuto superare in quelle condizioni tutte le verifiche previste in una normale procedura della Motorizzazione.

I bulloni che tenevano ancorato l'impianto di trasmissione, secondo il perito, non erano tutti uguali, non erano specifici e soprattutto non erano adatti. La revisione di quella parte del bus non viene però eseguita regolarmente. Infine sono stati esaminati anche gli pneumatici. Tutti diversi, dopo diverse verifiche, ha anche definito l'età delle gomme in almeno 5 anni.

Per rimettere in sesto il pulmann, secondo le stime contenute anche nella corposa perizia consegnata ai magistrati della procura di Avellino, sarebbero stati necessari tra i 15 e i 18mila euro. Il processo riprenderà il 17 febbraio prossimo.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Tragedia a Mergellina, 22enne si lancia dal settimo piano: muore sul colpo

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

Torna su
NapoliToday è in caricamento