Voto di scambio alle comunali: l'inchiesta si allarga

Prorogate le indagini sui posti di lavoro dati con “Garanzia Giovani” in cambio di voti

La procura di Torre Annunziata ha prorogato le indagini sul possibile voto di scambio durante le ultime elezioni amministrative a Torre del Greco. Firmati dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli, sono arrivati gli avvisi di proroga delle indagini. In totale sono 13 le persone indagate accusate a vario titolo di aver preso parte allo scandalo del voto di scambio in città. Persone assunte come operatori ecologici, nell'ambito del progetto “Garanzia Giovani”, in cambio del consenso elettorale.

A sottolineare il prosieguo delle indagini è stato anche il presidente della commissione Cultura alla Camera, Luigi Gallo, deputato corallino del Movimento cinque stelle. “Noi denunciammo le falle nelle elezioni a Torre del Greco. Ora ringraziamo la magistratura che nei mesi sta facendo chiarezza su ciò che è accaduto. Mentre le indagini, portate avanti dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli, si arricchiscono di ulteriori nomi che avrebbero preso parte allo scandalo dei voti di scambio, la città subisce le conseguenze della mala gestione” ha dichiarato il pentastellato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento