Inchiesta Romeo: sospeso dirigente del Tribunale di Napoli

A decidere per la misura a suo carico è stato il Dipartimento dell'organizzazione del Ministero

Secondo l'accusa avrebbe sbloccato un pagamento ad una società di Romeo in cambio dell'assunzione della figlia. Per questo motivo il direttore generale della gestione e manutenzione del tribunale di Napoli è stato coinvolto nell'inchiesta che vede come principale accusato l'imprenditore Alfredo Romeo. In concorso con Romeo proprio, è accusato di corruzione e da oggi è anche stato sospeso dal servizio con una riduzione del 50% dello stipendio.

A decidere per la misura a suo carico è stato il Dipartimento dell'organizzazione del Ministero dopo essere stato informato dell'inchiesta che lo vede coinvolto e soprattutto della perquisizione di cui è stata oggetto il suo ufficio al tribunale di Napoli ad opera dei carabinieri su richiesta della procura partenopea. I fatti contestati al dirigente risalgono allo scorso autunno.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Morto in ospedale, si indaga per omicidio colposo

    • Cronaca

      Isis, l'imam napoletano Cozzolino: "A Napoli nessun rischio radicalizzazione"

    • Cronaca

      Malore nella stanza d'albergo, muore 28enne: "Una famiglia distrutta"

    • Cronaca

      Cercola, bruciano copertoni e bombole di gas. Paura tra i residenti

    I più letti della settimana

    • Forio, malore nella stanza d'albergo: muore turista 28enne

    • Terrorismo, "Napoli è sempre stata immune dagli attacchi": i motivi

    • Psicosi attentati, passeggera di un traghetto marocchina scambiata per terrorista

    • Incidente mortale a Zante, muore il 20enne Pasquale Sacco

    • Lipari, 12enne tranciata dalle eliche di una barca: la salva un napoletano