Brucia lana di pecora ma viene visto dai Carabinieri in elicottero: arrestato 63enne

L'uomo, originario di Villa Literno ma residente a Varcaturo, è stato scorto dai Carabinieri di Giugliano che viaggiavano con i colleghi dell'Elinucleo di Pontecagnano. I militari sono scesi a terra e hanno arrestato il 63enne

I carabinieri della compagnia di Giugliano e dell’elinucleo di Pontecagnano (Salerno) durante un sorvolo del territorio per prevenire i reati ambientali hanno notato, nei pressi di via Madonna del Pantano a Varcaturo una colonna di fumo. L’origine era visibile in un rogo che era stato acceso in un terreno e vicino al fuoco si scorgeva una persona. Effettuata la manovra di atterraggio i carabinieri hanno quindi bloccato l’uomo che aveva appiccato il fuoco; lo hanno identificato in M.G., un 63enne di Villa Literno (Caserta), e lo hanno  arrestato in flagranza per combustione illecita di rifiuti.

I militari hanno poi domato le fiamme con acqua e terra e, dalle ceneri, hanno potuto capire che il 63enne stava bruciando una grossa quantità di lana di pecora; sul terreno inoltre c’erano i resti di imballaggi di cartone e teli di plastica. Terminate la messa in sicurezza dell’area e le formalità dell’arresto, il 63enne è stato tradotto agli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

Torna su
NapoliToday è in caricamento