Maxi rogo a Sant'Antonio Abate, il Comune: "Restate in casa"

Fiamme visibili anche dalle cittadine limitrofe. A fuoco un capannone in via Casarielli. L'intervento dei vigili del fuoco

Foto Comune Sant'Antonio Abate

L'odore acre ha allertato rapidamente i cittadini di Sant'Antonio Abate e dei comuni limitrofi. Intorno alle 22 un capannone adibito allo stoccaggio di rifiuti non speciali ha preso fuoco: le fiamme, alte e propagatesi rapidamente, erano visibili - anche per il buio - a grande distanza.

L'incendio si è sviluppato in via Casarielli e ha divorato la struttura. Sul posto si sono recati subito i carabinieri della stazione di Sant'Antonio Abate e i vigili del fuoco della Caserma di Castellammare di Stabia.

Gli uomini del 115 sono riusciti a domare le fiamme nel corso della notte, mentre una stalla adiacente ed alcune abitazioni sono state evacuate nel corso delle operazioni.

L'avviso del Comune

"Alla luce del sopralluogo congiunto con le forze dell’ordine sul luogo dell’incendio di vaste proporzioni che si è sviluppato presso un’azienda ubicata in zona via Casarielli - ha reso noto il Comune - in questo post informiamo la cittadinanza sugli sviluppi dell'accaduto. A scopo precauzionale e di sicurezza invitiamo i cittadini a non recarsi presso la zona interessata, a non creare disagi e rallentamenti ai mezzi dei Vigili del Fuoco impegnati nell’esercizio delle proprie funzioni. Vi invitiamo a restare in casa e lasciare chiuse porte e finestre per evitare inalazioni nocive per grandi e piccoli. Certi della vostra collaborazione, l’Amministrazione rassicura sul buon andamento dell’opera di spegnimento fiamme in corso. Seguiranno aggiornamenti".

Così l'amministrazione cittadina diverse ore dopo: "L’incendio divampato e soppresso è stato costantemente monitorato dall’unità Nbcr (nucleare, biologico, chimico e radiologico) dei Vigili del fuoco. Tale unità coincide in un gruppo specializzato chiamato ad intervenire in situazione eccezionali di verifica di ipotetico contagio. L’amministrazione rassicura la cittadinanza sullo stato delle verifiche. Tutti i parametri di possibili agenti inquinanti sono risultati ampiamente sotto la soglia di pericolo. Rimettiamo ai cittadini la nostra totale disponibilità per qualsiasi chiarimento relativo al disagio sopraggiunto".

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • "I love Ztl", pagina social per il "Lungomare Liberato" di Castellammare

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Ischia, sessantenne del Rione Sanità spende 50 euro falsi: denunciato

Torna su
NapoliToday è in caricamento