Rifiuti: in fiamme camion della discarica di Terzigno

Sette autocompattatori per la raccolta dei rifiuti sono stati incendiati e sei sono stati danneggiati dalle fiamme nella notte a Terzigno. Ieri manifestazione pacifica contro la discarica di Cava Vitiello

La paventata apertura della seconda discarica rifiuti in cava Vitiello, nell' area vesuviana ha scatenato diverse reazioni che si sono concretizzate, ieri sera, in una manifestazione di protesta, svolta senza incidenti, a cui ha partecipato anche il sindaco di Boscoreale, Gennaro Langella, che con altri primi cittadini di comuni vesuviani è tra i promotori della protesta.

Stamattina però si apprende che sette autocompattatori per la raccolta dei rifiuti sono stati incendiati e sei sono stati danneggiati dalle fiamme nella notte a Terzigno. I mezzi, appartenenti a varie ditte, erano in attesa di accedere alla discarica quando alcuni sconosciuti hanno appiccato il fuoco. L'incendio degli automezzi è avvenuto durante la manifestazione a opera di ignoti provenienti dalle campagne circostanti.
Già la prima discarica aperta a Terzigno ha suscitato molte proteste, con numerose iniziative di lotta, da parte degli abitanti della zona vesuviana a causa dei miasmi che in diverse ore del giorno provengono dal sito.

Durante la manifestazione, Gennaro Langella, sindaco di Boscoreale e unico primo cittadino presente alla protesta, ha accusato un malore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento