Migrante ferito al Vasto, lo zio: "Colpa di Salvini"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

E' amareggiato Omar 'Ndiaye, lo zio di Cissè Elhadji Diebel, il 22enne senegalese raggiunto da colpi d'arma da fuoco nella serata di ieri, nel quartiere Vasto. Il giovane è finito nel mirino di tre italiani, che da uno scooter hanno fatto fuoco, ferendo il senegalese a una gamba. Trasportato al Loreto Mare, Cissè non è in pericolo di vita. 'Ndiaye, intervistato da NapoliToday, è convinto che le ragioni dell'agguato siano da ricercare nel clima d'odio fomentato "da chi cerca di strumentalizzare il problema dei migranti". E fa il nome del Ministro dell'Interno Matteo Salvini. 

IMMIGRATO FERITO AL VASTO, LA SOLIDARIETA' DI DE MAGISTRIS

Oggi è in programma una manifestazione organizzata dai Comitati antirazzisti della città. 

Potrebbe Interessarti

  • Donna nuda sale su un albero in Piazza Vittoria: sputa sui passanti | VIDEO

  • Cavani posta su Instagram un gol col Napoli, i tifosi: "Torna da noi"

  • Venezia, nave da crociera travolge battello, 4 feriti. "A Napoli sarebbe un disastro"

  • Concerto D'Alessio-D'Angelo rimandato, il video di scuse: "Avevamo litigato"

Torna su
NapoliToday è in caricamento