Guide turistiche abusive, la scoperta dei finanzieri

Tre abusivi sono stati scoperti e multati. Nei loro confronti scatteranno anche accertamenti fiscali

Immagine d'archivio

Tre guide turistiche abusive, tutte campane, sono state scoperte dai finanzieri del Comando provinciale di Napoli.
La loro posizione è emersa nel corso di controlli in città, concentrati nelle zone di maggiore concentrazione di visitatori: via Duomo, via Toledo e i poli museali.

Le fiamme gialle hanno sia verificato la sussistenza dei requisiti per l’esercizio della professione, sia l'eventuale rapporto di collaborazione con agenzie di viaggio.

I tre, completamente sprovvisti di abilitazione, davano informazioni a gruppi di turisti sulle bellezze architettoniche e paesaggistiche della città chiedendo una tariffa tra i 50 e i 100 euro per itinerari di circa 90 minuti. Nei loro confronti sono state contestate violazioni amministrative, e verranno fatti accertamenti fiscali per quantificare il denaro “in nero” guadagnato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operazione, spiega la GdF, è rivolta alla “tutela del consumatore, delle guide turistiche regolarmente abilitate, nonché alla lotta all’evasione fiscale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento