Gomorra, intervista alla trans Alessandra Langella: "Ogni giorno mi scontro con i pregiudizi"

La giovane attrice interpreta Nina, la ragazza che ha fatto innamorare il temuto boss Salvatore Conte

Alessandra

Abbiamo intervistato Alessandra Langella, l'attrice trans che a soli 19 anni ha recitato nella terza puntata della seconda stagione di Gomorra in un ruolo controverso e commovente accanto a Marco Palvetti, il boss Salvatore Conte.

Alessandra ci racconti com'è nata l'avventura di Gomorra e come è stato recitare in una serie vista in tutto il mondo?
È stata una bellissima emozione, una splendida esperienza. È riuscito tutto naturale perché diciamo è un po' per me come nella vita normale. Ovviamente ho seguito un copione ma le stesse cose più o meno accadono anche nella vita reale. La scena in cui mi offendono è stata una scena dura sì, però sicuramente è la più significativa proprio per far capire in che mondo noi viviamo al giorno d'oggi.

Nel corso della tua vita hai già subito episodi di discriminazione.
Sì spesso parecchie volte e li subisco ancora, ma li subirò sempre perché la gente è ignorante. Io certo mi offendo, però un po' ci sono abituata e a me non interessa molto della gente. Io già sapevo a cosa sarei andata incontro. A me importa essere felice, di ciò che pensa la gente non mi interessa anche se chi mi conosce, mi apprezza.

Sul set abbiamo visto che ti sei emozionata ed hai emozionato anche Roberto Saviano che ti ha citata in un video. Una bella soddisfazione.
Sì molto anzi io lo ringrazio e sono onorato dei suoi complimenti.

Proprio in questi giorni, poco prima della messa in onda della puntata, sono venute fuori delle false notizie che ti hanno ingiuriato. Ti va di parlarne?
Questa è stata una notizia che a me ha fatto molto male. Improvvisamente lessi su tutti i media che mi avevano arrestata e che mi avevano denunciata per prostituzione a Torre Annunziata. Cosa che non è vera, io ho la coscienza pulita e chi mi conosce lo sa bene. Io quando uscirono le notizie chiamai subito ad uno della produzione per dirgli di non credere a queste cose perché mi conoscete. E loro mi risposero di non scherzare e che sapevano che persona ero. Io lavoro dalla mattina alla sera e chi lo sa può dirlo. Infatti ho agito legalmente tramite il mio avvocato.

Noi di Napolitoday abbiamo appurato che era una notizia falsa e l'abbiamo scritto subito perché ci sembrava giusto.
Infatti io volevo già ringraziarvi.

INTERVISTA AUDIO AD ALESSANDRA LANGELLA 

So che studi recitazione, dopo Gomorra hai intenzione di continuare con questa carriera?
Sì, mi sono stati fatti vari complimenti dalla regia e quindi ho deciso di iniziare una scuola di recitazione su loro consiglio. Sto studiando recitazione a Napoli in una scuola a piazza Amedeo.

Riesci a conciliare il tuo lavoro di parrucchiera con lo studio?
Sì ho programmato bene le cose.

Dopo questa esperienza cosa ti aspetti dal futuro?
Io non mi monto la testa perché non mi sembra il caso. Lascio che accada tutto al destino e non sogno nulla. Spero che mi chiameranno per qualche altra cosa perché mi piace molto però finché non sarà io non mi monto la testa.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Tribunali, pasticciere aggredito alle 6 del mattino: 30 punti di sutura

  • Cronaca

    Scontri Inter-Napoli: tutti scarcerati gli ultras condannati

  • Incidenti stradali

    Incidente in scooter: muore a soli 37 anni

  • Cronaca

    Crollo Rampa Nunziante: al processo la chat della vergogna

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Gioca 1 euro su cinque numeri: vinto un milione di euro a Volla

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • Spaventoso incendio a Castellammare, in fiamme azienda di cosmetici

Torna su
NapoliToday è in caricamento